Paura di vincere

Nikefobia letteralmente significa “paura di vincere” (terminologia greca composta da “nike” vittoria e “phobos” ovvero paura).

La nikefobia è un fenomeno per cui un atleta (di qualsiasi ambiente e livello sportivo) seppur dotato di grandi potenzialità, non raggiunge mai alti livelli di prestazione sportiva o li raggiunge solo in allenamento ma non in gara.

Il fenomeno è molto diffuso riguarda un atleta su 5.

Per quale motivo l’atleta sviluppa questo vero e proprio sabotaggio?

Le cause principali, secondo un recente studio sono:

-paura di non essere all’altezza delle aspettative figure di riferimento (allenatore, familiari, pubblico). L’atleta non ci percepisce il valore che gli altri gli attribuiscono quindi rimanda la prestazione o la vittoria per paura di deludere.

-paura di conseguire importanti vittorie perché questo significa creare un precedente che lo sottoponga a una nuova e inaccettabile responsabilità come quella di dover mantenere il livello di eccellenzaraggiuto.

-successo inaspettato, che porta l’atleta ad un altro livello e quindi a dover abbandonare le proprie abitudini, la famiglia, il ruolo nel mondo, l’identità e ciò che gli è familiare per entrare in un altro mondo (cambiamento di categoria, di città, di squadra e di allenatore)

-paura che impegnandosi a fondo per ottenere il risultato , in caso di sconfitta, ci sia una profonda crisi di autosvalutazione che mette in discussione la capacità e il talento autenticidell’atleta (quindi non mettendocela tutta , saltando allenamenti, discutendo con allenatori, presentandosi in gara impreparato, c’è la percezione di un controllo sulla situazione –percezione di locus of controll più alto)

Diventa di fondamentale importanza individuare le tipologie di blocchi inconsci che influenzano la prestazione con l’aiuto di un formatore, meglio se di eft perché lavora anche sulla parte emotiva attraverso il tapping sul corpo.

Per comprendere la meglio tutto questo vi lascio alcune frasi :

1)Anche se non so se mi sto sabotando mi amo e mi accetto completamente e profondamente

2)Anche se ho paura di vincere, perché farlo mi porta anche………………mi perdono e mi amo

3)Anche se ho una crisi di identità a vincere mi comprendo e mi osservo mentre accade

4)Anche se chi vince è …………………… (indicate una caratteristica negativa che hanno secondo voi i campioni) mi perdono e mi amo

5)Anche se non voglio vincere davvero mi perdono e mi amo

6)Anche per vincere devo lasciar andare alcune cose di me e prenderne altre e non sono pronto ad assumermi questa responsabilità mi osservo e mi ascolto

7)Anche se per vincere devo fare un salto energetico e di vita e non sono pronto mi amo e accetto così come sono

8)Anche se ho paura di deludere le aspettative di chi crede in me mi perdono e mi amo

9)Anche se penso di non poter mantenere alti livelli, e migliorare per sempre, io scelgo di osservare e lasciare che il mio talento emerga

10)Anche se penso troppo alla mia prestazione a me e al futuro smetto ed entro nel qui e ora.

11)La vita mi sostiene in tutti i miei passaggi

12)Ogni cosa che accade succede per il mio massimo bene

13)Smetto di prendere in modo personale i risultati che ottengo, non è legato al mio valore ma a ciò che risuono

14)Il significato e l’idea che ho di me quando perdo. Osservo e mi disidentifico

15)Il significato e l’idea che ho di me quando vinco. Osservo e mi disidentifico

16)Recupero tutta la mia energia legata ai sabotaggi al vincere e la rimando al giusto posto in me

Osservate come cambia anche il livello energetico nel corpo facendo queste frasi.

Sentite come il lasciare il pensiero libera l’energia che può fluire dalla testa a tutti i muscoli. Osservatevi nei giorni mentre praticando eft cambiano le vostre percezioni e le vostre prestazioni.

Buon lavoro e buon divertimento !!!

Monica

917 498 814316         71974131981       216498517   74931721978   694217319848       69871489851       316714518971       498712318491